Nelle scuole spesso ci sono alunni che faticano a studiare, ad apprendere, ad avere un risultato soddisfacente.

In alcuni casi si tratta di ragazzi che non dedicano sufficiente tempo allo studio, ma in molti altri casi si tratta di alunni che presentano un vero e proprio disturbo neuropsicologico che crea loro delle difficoltà ad imparare a codificare il linguaggio scritto in modo veloce e corretto, si parla di Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). Dati recenti indicano che l’incidenza di questi disturbi sia stimabile tra il 2,5-3 % circa dei bambini in età scolare e quindi che in media ci si possa aspettare la presenza di un alunno per classe con questo tipo di difficoltà. Purtroppo però, le stesse ricerche ci dicono che questi disturbi sono sotto diagnosticati, e che i bambini con DSA sono spesso confusi con bambini pigri, svogliati, disattenti, non interessati allo studio, e la loro intelligenza spiccata dà il via a valutazioni come “è intelligente ma non si applica”.

 

Cosa sono i DSA?

Ecco alcuni segnali da non sottovalutare

Quali sono le conseguenze di un DSA non identificato?

Quali servizi offriamo?